Museo

Unico nel suo genere. Sulle orme delle Wunderkammer dell’ Ottocento , il Museo racchiude al suo interno manufatti straordinari, oggetti maledetti e “racconta” leggende per stupire e meravigliare.

Gli oggetti della collezione sono del tutto particolari , unici e di svariate origini e natura. 

Alcuni di essi sono artefatti mitologici creduti dispersi o addirittura inesistenti, carichi di energie mistiche e dotati di strane e incontrollate capacità. Altri oggetti sono resti mummificati o imbalsamati di creature fantastiche o estinti milioni di anni fa.

 

“Non chiederti cosa è reale e cosa non lo è... ma prosegui ed inizia a sognare”

Tutt' intorno al sottile velo di realtà che ricopriva il mondo, esiste un'altra realtà fatta di misteri, di leggende e di racconti effimeri, sempre in bilico tra mito e concreto. Da un piccolo paese a nord della Toscana, il Direttore inizia la sua ricerca del misterioso e della meraviglia.

COLLEZIONI

La collezione stima più di mille oggetti tra cui, artefatti di varia natura con particolari poteri, reperti medici, anomalie biologiche, presunti mostri o strane  creature. E ancora, oggetti esoterici, oggetti relativi al mondo marino e manufatti facenti parte del folklore e delle leggende del mondo.

EVENTI

Durante l’anno si tengono all’interno della Villa e promossi dal Museo , eventi particolari e suggestivi. 

Visite notturne, spettacoli di mentalismo e magia, cene a tema e molto altro.
[Non disponibili in periodo di pandemia]

VILLA WEBB

Conosciuta anche come Villa Bonvisi dalla famiglia che la fece edificare nel 1500. 

Il nome deriva da John Webb che l’ acquisto nel 1800 e nella quale morì di morte violenta.

Tra gli ospiti che hanno dimorato in questo luogo si annovera Lord Byron e Mary Shelley,  la scrittrice di Frankestein.

"Freedom - Oltre il Confine"

Il Museo ha una sua mini rubrica nella trasmissione Mediaset “Freedom” , in onda su Italia Uno . In essa vengono raccontati di volta in volta da Roberto Giacobbo i manufatti più particolari e le storie più incredibili contenute nel Museo.